Translate

giovedì 24 marzo 2016

VIA CRUCIS (tratta dal diario di Santa Faustina Kowalska) fatta dal mio gruppetto di Comunione

VIA CRUCIS (tratta dal diario di Santa Faustina Kowalska)

Prima di meditare sulla Passione di Gesù, riconosciamoci umilmente peccatori dinanzi a Dio.
Preghiera introduttiva:
Signore Misericordioso, mio Maestro, Voglio seguirTi fedelmente, Voglio imitarTi nella mia Vita in modo sempre più perfetto. Per questo Ti chiedo di concedermi attraverso la meditazione della Tua Passione la grazia di una sempre maggiore comprensione dei misteri della vita spirituale. Maria, Madre di Misericordia, sempre fedele a Cristo, conducimi sulla via della Pas¬sione dolorosa di Tuo Figlio e intercedi per me le grazie necessarie perché questa Via Crucis sia fruttuosa.
Stazione I – Gesù condannato dal Sinedrio.
Gesù: «Non meravigliarti se qualche volta vieni sospettata ingiustamente. Io per primo, per amor tuo, ho bevuto quel calice di sofferenze ingiuste. Quando ero davanti ad Erode, imploravo per te la grazia, che tu sappia innalzarti sopra il disprezzo umano e sappia seguire fedelmente le Mie orme».
Gesù misericordioso, aiutami a saper accettare ogni giudizio umano e non lasciare che mai Ti condanni a morte nella persona del mio prossimo. Padre nostro.
Stazione II – Gesù prende la croce sulle spalle.
Gesù: «Non aver paura delle sofferenze. Io sono con te. Quanto più ami la sofferenza, tanto più puro sarà il tuo amore verso di Me»
Gesù misericordioso, insegnami ad apprezzare la fatica della vita, la malattia, ogni sofferenza e a portare con amore questa croce quotidiana. Padre nostro.
Stazione III – Gesù cade per la prima volta.
Gesù: «Le colpe involontarie delle anime non impediscono il Mio amore (..) né Mi sono d’ostacolo nell’unirMi ad esse; invece, le colpe anche quelle più piccole, ma volontarie, ostacolano le Mie grazie, e non posso colmare tali anime dei Miei doni».
Gesù misericordioso, proteggimi da ogni, anche la più piccola, ma Volontaria e consapevole infedeltà. Padre nostro.
Stazione IV – Gesù incontra sua Madre.
Gesù: «Sebbene tutte le opere che sorgono per Mia volontà siano esposte a grandi sofferenze, tuttavia considera se ce n’è stata mai qualcuna di esse esposta a maggiori ostacoli dell’opera direttamente Mia, l’opera della Redenzione. «Non devi preoccuparti troppo delle contrarietà».
Maria, Madre di Misericordia, stai accanto a me sempre, soprattutto nella sofferenza, così come stavi sulla Via Crucis di Tuo Figlio. Padre nostro.
Stazione V – Gesù è aiutato da Simone di Cirene a portare la croce.
Gesù: «Permetto (…) le contrarietà per aumentare i suoi meriti. Do la ri¬ompensa non per il risultato positivo, ma per la pazienza e la fatica sopportata per Me».
Gesù, mio Signore, che ogni pensiero, parola, azione siano fatte solo per amore Tuo. Purifica le mie intenzioni. Padre nostro.
Stazione VI – Veronica asciuga il volto di Gesù.
Gesù: «Sappi che tutto ciò che fai di buono per qualsiasi anima lo accetto come se lo avessi fatto a Me stesso».
Signore Gesù, mio Maestro, fa’ che i miei occhi, le mie mani, le mie labbra, il mio cuore…siano misericordiosi. Trasformami in misericordia. Padre nostro.
Stazione VII – Gesù cade per la seconda volta.
Gesù: «La causa delle tue cadute dipende dal fatto che conti troppo su te stes¬a e ti appoggi troppo poco su di Me. Sappi che da sola non puoi fare nulla. Senza un Mio aiuto particolare, non sei nemmeno capace di ricevere le Mie grazie».
Che la Tua grazia mi fortifichi, o Signore, affinché io non cada sempre negli stessi errori; e quando cadrò, aiutami a rialzarmi e a cantare la Tua misericordia. Padre nostro.
Stazione VIII – Gesù incontra le donne di Gerusalemme.
Gesù: «Oh, quanto Mi é gradita la fede viva! Desidero che nel momento presente ci sia in voi più fede».
Signore Misericordioso, Ti ringrazio per il santo Battesimo e la grazia della fede. Di nuovo grido: Signore, credo in Te, rafforza la mia fede! Padre nostro.
Stazione IX – Gesù cade per la terza volta.
Gesù: «Sappi che l’ostacolo più grande alla santità è lo scoraggiamento e l’inquietudine ingiustificata, che ti toglie la possibilità di esercitarti nelle virtù. (.) Io sono sempre disposto a perdonarti. Ogni volta che Me lo chiedi, esalti la Mia misericordia».
Signore Misericordioso, Ti offro ciò che è soltanto mio, cioè il peccato e la debolezza umana. Ti supplico che la mia miseria scompaia nella Tua infinita misericordia. Padre nostro.
Stazione X – Gesù spogliato delle vesti.
Gesù: «La sposa deve essere simile al suo Sposo».
Gesù silenzioso e dal Cuore umile, trasforma il mio cuore secondo il Tuo. Padre nostro.
Stazione XI – Gesù è crocifisso.
Gesù: «Mia discepola, abbi un grande amore per coloro che ti fanno soffrire, fa, del bene a coloro che ti odiano».
O Amore purissimo, regna totalmente nel mio cuore e fammi amare ciò che supera la misura umana. Padre nostro.
Stazione XII – Gesù muore sulla croce.
Gesù: «Tutto questo per la salvezza delle anime. Rifletti, figlia Mia, su quello che fai tu per la salvezza delle anime».
Gesù, Salvatore mio, nascondimi nel profondo del Tuo Cuore, perché rafforzata dalla Tua grazia possa rendermi simile a Te nell’amore della Croce e possa partecipare alla Tua gloria. Padre nostro.
Stazione XIII – Gesù è deposto dalla croce.
Gesù: «L’anima che Mi è più cara è quella che crede fermamente nella Mia bontà ed ha piena fiducia in Me: le ricambio la Mia fiducia e le do tutto quello che chiede».
Gesù Misericordioso, aumenta ogni giorno in me la fiducia nella Tua misericordia, perché sempre e ovunque io possa testimoniare la Tua infinita bontà e amore. Padre nostro.
Stazione XIV – Gesù è deposto nel sepolcro.
Gesù: «Ancora non sei nella patria, perciò và, fortificata dalla Mia grazia e combatti per il Mio regno nelle anime umane, combatti come figlia del Re e ricordati che i giorni dell’esi¬lio passeranno presto e con essi la possibilità di acquistare meriti per il cielo. (..) Da te Mi aspetto un gran numero di anime, che glorificheranno la Mia misericordia per tutta l’eternità».
Fa’, o Signore misericordioso, che nessuna delle anime che mi hai affidato perisca. Padre nostro.Festa della Divina Misericordia
Preghiera dopo la Via Crucis:
O mio Gesù, unica mia speranza, Ti ringrazio per questo grande libro, che hai aperto davanti agli occhi della mia anima. Il grande libro è la Tua Passione affrontata per amor mio. Da questo libro ho imparato come amare Dio e le anime. In esso sono racchiusi (…) inesau¬ribili tesori. O Gesù, quanto sono poche le anime che Ti comprendono nel Tuo martirio d’amore! (…) Felice l’anima che ha capito l’amore del Cuore di Gesù!
Alla fine: Padre nostro, Ave Maria, Gloria. (Secondo le intenzioni del Sommo Pontefice).

Nessun commento:

Posta un commento